Tecnologia LoRaWan: caratteristiche e applicazioni

Il tema di risparmio costi sta facendo, sempre di più, evolvere il mondo IoT dall’utilizzo delle tecnologie di telefonia cellulare a quelle LPWA (Low Power Wide Area) ossia tecnologie più adatte a supportare le nuove applicazioni dell’internet degli oggetti in virtù dei requisiti di basso consumo di energia dei dispositivi per inviare e ricevere relativamente bassi volumi di dati.

Al di là dell’evoluzione delle reti cellulari, le tecnologie LPWA si adattano bene alle applicazioni IoT che hanno bisogno di comunicazione a lungo raggio (decine di km) per raggiungere dispositivi remoti che devono avere un basso consumo di energia ed avere una vita media di diversi anni della batteria di cui sono dotati. Per contro queste tecnologie sono caratterizzate da un basso tasso di trasmissione, da qualche bps fino a 5 kbps. La tecnologia in questione è identificata come LPWA (Low Power Wide Area); per la caratteristica di essere a bassa emissione di radiofrequenza, slegata all’uso delle SIM e di rapida e facile installazione (autonomia energetica a batteria per periodi di anni), promette di essere di larga diffusione, apre nuove possibilità di raccolta e gestione di informazioni, consente applicazioni prima non possibili. Tra tutte le tecnologie LPWA la più robusta, scalabile ed efficace è quella che adotta il protocollo LoRaWAN.

  • Minima emissione di energia radio: solo 5 mW (milliwatt) che corrispondono a un trentesimo delle
    emissioni di un comune smartphone.
  • Impatto ambientale molto ridotto: tecnologia molto green in quanto le trasmissioni avvengono per l’1% del tempo.
  • Grandi distanze di trasmissione: in campo aperto oltre 15Km di raggio (abbiamo prove di aver raggiunto distanze di 30/40km!), in città a densità elevata 3/5 Km. In ogni caso il link budget è di oltre i 140 dB (decibel) dovuto alla particolare sensitività dei dispositivi
  • Robustezza della comunicazione: il protocollo è immune alle interferenze e alle riflessioni (SPREAD
    SPECTRUM)
  • Consumo estremamente basso di energia: i dati trasmessi sono pochi e a bassa potenza (Low Power) e quindi hanno bisogno di poca energia con conseguente lunga durata delle batterie
  • Autonomia energetica dei dispositivi: l’uso delle batterie determina l’autonomia energetica dei dispositivi coadiuvata eventualmente da mini pannelli fotovoltaic
  • Trasversalità delle applicazioni: unica tecnologia adatta per applicazioni di diversa natura
  • Segretezza dell’informazione: protocollo di cifratura robusto già a livello radio
  • Sicurezza dell’informazione: solo il software dell’utilizzatore è in grado di decodificare i dati ricevuti
  • Ridotti costi di infrastruttura: grazie all’ampio raggio di copertura di una cella e all’assenza di cablaggi
    alla rete elettrica dei sensori
  • no Sim di operatore: libertà da contratti di canone e copertura GSM

Il mondo LoRaWAN

Sei interessato ad approfondire il mondo del protocollo LoRaWAN? Scopri maggiori dettagli dal sito ufficiale della Lora Alliance.